skip to Main Content
Menù

Newsletter settembre 2019

Il doposcuola alla Sanità inizierà a breve impegnando come di consueto i tanti volontari che, in gruppi di 5-6, si alternano assicurando una presenza quotidiana per sostenere negli studi oltre 60 bambini e ragazzi di scuole elementari e medie a cui si stanno aggiungendo sempre più studenti liceali che necessitano di un supporto specifico e personalizzato.

Il nostro doposcuola sta riscontrando risultati eccezionali, con questi piccoli studenti che piano piano si appassionano allo studio e superano le tante difficoltà, supportati anche da un team di logopedisti che aiuta a superare i disturbi dell’apprendimento. Da qualche tempo abbiamo anche stretto relazioni con le scuole di appartenenza dei ragazzi, per coordinare le nostre attività con gli insegnanti ed aiutare a risolvere i casi più problematici.

Per realizzare questo sogno abbiamo bisogno di altri volontari che possano dedicare un pomeriggio alla settimana al doposcuola: coloro che l’hanno già sperimentato sanno quanta ricchezza possa esserci in questi ragazzi, spesso provenienti da contesti familiari difficili, ma non necessariamente compromessi. Vedere un bambino riottoso alle regole ed insofferente allo studio cercare un po’ alla volta i suoi insegnanti, ascoltare le loro lezioni e raccogliere i primi frutti del suo impegno è una gioia frequente che ci ripaga tutti abbondantemente del nostro impegno al doposcuola. Chiunque voglia anche solo provare una volta quest’esperienza può contattarci a info@fondazionepavesi.org.

Da quest’anno vorremmo inoltre rafforzare l’aula multimediale, stimolando i ragazzi ad un uso educativo del computer per le loro ricerche ed analisi durante le ore di doposcuola: chi volesse donarci un computer, anche non dell’ultima generazione, ci farebbe un enorme regalo!

Le nostre attività alla Sanità ci portano spesso a conoscenza di situazioni economiche familiari di grave indigenza, anche per le necessità più elementari: acquistiamo buoni alimentari o generi di prima necessità e raccogliamo fra gli amici vestiti, scarpe, soprabiti, lenzuola e coperte non più utilizzati, per poi affidarli alle sapienti mani di Suor Lucia che li distribuisce con discrezione.

Chi volesse donare un proprio pur piccolo contributo può farlo versando sul c/c (IBAN: IT70 J032 3901 6006 7000 3942 625) o sulla pagina Facebook della Fondazione, specificando nella causale “contributo famiglie Rione Sanità”. Vi ricordiamo che essendo la Fondazione Alessandro Pavesi una ONLUS, le donazioni hanno anche un vantaggio fiscale visto che è possibile detrarre dalle tasse il 30% di quanto donato.

Un grazie dal più profondo del nostro cuore per aiutarci a seminare altre “piantine di Ale”.

Paola, Maurizio e Federico.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Cliccando su accetta acconsenti all’uso dei cookie.

Back To Top